Profilo
Bacheca La via Sonia si presenta Inserito il 06/08/2019

Presentazioni agostane per il libro appena sfornato (Uscito il 4 agosto 19) "Tra la via Sonia ed il Rivobrugenti" . La prima presentazione a Pamparato(8 agosto, ore 21,00) la seconda a Montaldo di Mondovì (12 agosto, ore 21,00) e la terza a Roburent (23 agosto 20,30)

...continua a leggere Stupore Inserito il 24/06/2019

Presentatata a Castelnuovo di Ceva la nuova raccolta di racconti ispirati agli affreschi quattrocenteschi di numerose cappelle del basso cuneese.

...continua a leggere Il "GIALLO" dalla bibbia ai giorni nostri. Inserito il 04/08/2018

Una serata per Pamparato, il giorno 16 ottobre alle 21,00 nei locali della Sala Incontri della Piazza con "PASSI NEL BUIO". Divagazioni ed argomentazioni sulla storia del Giallo, sulle sue origini e sui suoi sviluppi con proiezioni di slide e commenti.

...continua a leggere Lello Caeravolo alla confraternita di S.Antonio Inserito il 04/08/2018

Una serata d'eccezione, da non perdere: Lello Ceravolo porta a Roburent Spoken Word. Sentiremo leggere Bucowski, Kavafis, Neruda, Baudelaire, Tom Waits, Burot, Maraini ed altri autori straordinari con l'accompagnamento muscale di Carla Bellini. Sant'Antonio, ore 21,00, INGRESSO LIBERO

...continua a leggere A Frabosa la 5 edizione del Salone del libro di Montagna Inserito il 15/07/2018

Letteratura & Montagna, il 21 e il 22 luglio la quinta edizione del Salone del Libro di Montagna

...continua a leggere

Poiché non mi piace l’idea di snocciolare il mio curriculum, quello inteso come documento da presentare prima di un colloquio di lavoro, sarò molto informale. Un altro lavoro non lo voglio, non voglio convincervi di nulla e, soprattutto, non vi voglio vendere niente. Vi posso dire che mi è sempre piaciuto leggere e che sono un entusiasta: mi innamoro di un sacco di cose ed ho una memoria molto scarsa. Forse questi semplici concetti, messi insieme, hanno fatto nascere in me il piacere della scrittura. La prima cosa pubblica che ho scritto è stato quello che io ritenevo fosse un libro, ed è stato nel 1967. In qualche modo lo era, a tiratura limitatissima: una copia. Facevo quinta elementare ed il titolo del volume era “Uomini Illustri”. Se n’è persa traccia ma di esso ha parlato il mio maestro Severino Bellino nel mio libretto scolastico. Per fortuna l'insegnante ha scritto quella semplice frase che documenta il fatto; in caso contrario sareste stati legittimati al sospetto di una balla. Era una raccolta di immagini di personaggi celebri della storia. I miei preferiti erano gli eroi risorgimentali, quelli che si facevano amputare gambe e braccia ed altre cose, anestetizzati al solo grido di Viva L’Italia. Che uomini! Li avevo incollati tutti sul mio quaderno e poi avevo scritto nelle pagine a fianco una loro sintetica biografia. Era più difficile che con le figurine dei calciatori, ma mi dava più soddisfazione perché la ricerca di quelle icone era decisamente impegnativa. Silvio Pellico, Piero Maroncelli, Camillo Benso. Vuoi mettere? Bercellino, Del Sol, Favalli, Furino ed Anastasi seppure apparissero più lindi, colorati e ben riquadrati nelle loro figurine erano facili da trovare, ma non reggevano il confronto. Così dopo aver sfogliato riviste, giornali, vecchi libri ed ogni altra cosa che mi finiva sotto le grinfie ritagliavo ed incollavo; poi, avvalendomi soprattutto dell’enciclopedia personale del maestro Bellino, riassumevo la vita, le opere e le gesta dei miei straordinari eroi. Non c’erano solo gli eroi, però, c’erano musicisti, scrittori, pittori, re, regine e condottieri. C’era anche un certo Shakespeare che io pronunciavo proprio così come si scrive: sa che spe are, pronuncia che mi procurò il benevolo dileggio del maestro Bellino e la consapevolezza che c’erano altre lingue e che il mondo era grande e che forse un quaderno, seppure spesso, non mi sarebbe bastato per raggruppare tutti i “Personaggi Illustri”. Arrivai ad incollare tra loro sette quaderni, tutti pieni pieni e poi mi fermai. Dopo questa prima esperienza ci fu una lunga pausa che terminò all’età di diciotto anni. Mandai, compiuta quell’età, una storia di “masche” a Nino Manera, il direttore della Gazzetta di Mondovì. Lui mi cercò, mi disse pressappoco che quella specie di articolo non l’avrebbe pubblicato però mi disse anche che gli era piaciuto il mio modo di scrivere e mi invitò a frequentare il giornale e che forse in futuro… Cominciò così un’amicizia ed anche una mia specie di tirocinio presso la Gazzetta, che mi sdoganò ufficialmente come collaboratore, qualche anno dopo, con la pubblicazione di un primo articolo riguardante il film “Padre Padrone” e come giornalista con l’iscrizione all’albo. L’articolo suscitò polemiche e discussioni. La cosa piacque a Nino Manera, un po’ meno ad altri, ma da lì ebbe inizio la mia collaborazione col giornale che cambiò poi il proprio nome in “Provincia Granda”. Da li in avanti, seppure poi io abbia fatto altre scelte professionali, ho mantenuto sempre vivo questo interesse legato alla scrittura, collaborando con vari periodici e testate radiofoniche. Parallelamente, intanto che coltivavo la mia passione per la montagna, la pittura e la storia locale, nacque quella per gli itinerari. Quasi una conseguenza delle prime; se si va in giro per la montagna prestando attenzione ai vari aspetti della località (storia, peculiarità dei territori, gastronomia, tradizioni, etnografia e via dicendo) nascono, quasi senza volerlo, degli itinerari. Da questo semplice connubio presero vita le prime guide, i primi saggi sulla storia locale e sulle tradizioni. Insieme a testi di rigore più tecnico, ho prodotto qualche storia di pura fantasia. Anche perché non è serio prendersi troppo sul serio. Storie gialle, soprattutto, che mi diverte molto scrivere, ma anche storie di masche ed alcune brevi “pièces de vie”. Questo è più o meno tutto. Nulla di cui vantarsi e nulla di cui vergognarsi, credo; ne più ne meno che il risultato di un modo di vivere, di pensare, di divertirsi e di essere

pagina aggiornata il 21/11/2016
Bruno Vallepiano - iscr. Ordine dei Giornalisti n. 47253 - P.iva: 02458140049